Continuità

"La continuità nasce dall’esigenza primaria di garantire il diritto dell’alunno ad un percorso formativo organico e completo, che mira a promuovere uno sviluppo articolato e multidimensionale del soggetto, il quale, pur nei cambiamenti evolutivi e nelle diverse istituzioni scolastiche, costruisce così la sua particolare identità” (L.148/90)

Nel nostro istituto comprensivo la continuità si articola in tre fasi:

CONTINUITÀ PEDAGOGICA che si attua nella condivisione dei valori educativi, dei rapporti scuola-famiglia e delle metodologie didattiche.

CONTINUITÀ CURRICOLARE che si realizza attraverso la programmazione del curricolo verticale, la realizzazione di attività didattiche negli anni ponte (classi terminali della scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria), la progettazione dei profili degli alunni in uscita dalla scuola dell'infanzia e dalla scuola primaria secondo criteri condivisi.

  • Dal nido all’infanzia: si articola tramite scambi durante i quali i bambini svolgono un’attività didattica insieme ai compagni di 5 anni, finalizzata alla conoscenza degli ambienti e delle modalità operative della scuola dell’infanzia.  
  • Dall’infanzia alla primaria: i bambini di 5 anni “incontrano” i compagni delle classi quinte,che li accolgono e li “introducono” nella nuova realtà scolastica. Gli incontri vertono, in genere, su costruzioni di storie, poesie, attività grafico-pittoriche.  
  • Dalla primaria alla secondaria: i docenti delle classi quinte della primaria e i docenti della scuola secondaria individuano temi di indirizzo comune, e si concordano incontri mirati a coinvolgere gli alunni dei due ordini di scuola. Le attività finora hanno riguardato lingua inglese, musica, laboratorio di scienze, partecipazione a gare di matematica di gruppi di alunni misti, provenienti cioè da classi quinte della primaria e prime della secondaria. 
  • Dalla secondaria di primo grado alla secondaria di secondo grado: si individuano attività di orientamento che trovano la loro principale manifestazione negli “open day”, negli scambi con le varie scuole superiori e nei progetti didattici realizzati con alcuni indirizzi scolastici  

 CONTINUITÀ ORGANIZZATIVA che si ottiene attraverso il continuo scambio di informazioni, la condivisione delle risorse umane e finanziarie, il lavoro in equipe di docenti, funzioni strumentali sulla didattica, appartenenti alla scuola dell'infanzia, primaria e secondaria, la formazione dei docenti.

Nel nostro Istituto ci sono i seguenti gruppi di studio a cui partecipano docenti della scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria

  • Gruppo di ricerca azione sul curricolo verticale di Italiano, Storia, Matematica, Inglese
  • Gruppo di ricerca azione sullo sviluppo della competenza: “Coerenza del racconto di un’esperienza, vale a dire, la capacità di riferire in maniera efficace e con una corretta sequenza temporale, riferimenti spaziali precisi, con appropriatezza lessicale”.
  • Da quest'anno inizia la sperimentazione del curricolo verticale di musica che vede coinvolti alcuni insegnanti della secondaria che introdurranno la pratica strumentale nelle classi terze della scuola primaria.